Follow Us On Social Media:

COLOPHON
EDITORIAL BOARD

Daniele Cinciripini,
Serena Marchionni

CONTRIBUTING

Steve Bisson, Danilo Cognini
Valentina Isceri, Luca Lazzarini,
Serena Marchionni, Eleonora Milner,
Flavia Rossi.

Photo Credits

Daniele Cinciripini, Gianpaolo Arena,
Aniello Barone, Benoit Chailleux,
Simone D’Angelo, Maurizio Callegarin,
Simone Letari, Simona Lunatici,
Dante Marcos Spurio, Flavia Rossi.

PRINTING

Fastedit srl, Acquaviva Picena, AP
stampa digitale su carta riciclata
(interno100gr, copertina 250gr)
carattere, Museum
200 copie

10,00 Out of stock

L’insidia della soglia

a cura di Daniele Cinciripini

Bab01  è l’acronimo di balene ai bordi, motto e principio guida del neonato centro indipendente di fotografia Ikonemi. Le balene sono quelle delle antiche cartografie poste sul limite più remoto del mondo conosciuto, sul confine tra il rappresentato e l’inimmaginato.

Il confine che il titolo bab richiama altro non è che quel limite ideale tra le convenzioni figurative e la necessità di crearne di nuove, rimanendo sempre aderenti al paesaggio quale campo di ricerca. L’aspirazione è quella di riformulare il linguaggio fotografico affinché la rappresentazione possa tramutarsi in pura presenza, attraverso un linguaggio il più possibile aderente all’esperienza, profonda e consapevole, della percezione. Conosco le insidie che costellano il cammino di chi intende porre il principio  della soglia come orizzonte poetico, ciononostante credo che il dubbio al quale questo confine costantemente sottopone sia da considerarsi salvifico, in quanto unico strumento possibile per giungere alla profondità delle cose e portarle alla luce.

La soglia è quindi  la meta, e l’insidia, in essa insita, il senso del suo percorso. Spingersi verso la soglia è accettare il pericolo dell’incontro e del rimescolamento, intraprendere il tentativo di mettere in relazione, attraverso il linguaggio, gli elementi che compongono l’esistenza, cercare l’aderenza al paesaggio, rinunciando ad ogni semplificazione, e provare ad arrivare là dove non arrivano gli accademismi, i settorialismi le iper-specializzazioni, è l’invito che facciamo ai fotografi e a tutti coloro che sono curiosi di confrontarsi con noi.

L’insidia della soglia è, infine, “imbattersi nell’errore, che è la condizione primaria per cercare ancora, per rimettersi in cammino”, intraprendere una deriva consapevole per esplorare ogni angolo di paesaggio, ogni “terra” nascosta, e cercarne la profondità.

Bab01 è, nelle intenzioni dei suoi fondatori, una soglia di carta sul quale ridisegnare il mondo che si è percepito e costruire i collegamenti altrimenti ovvi solamente a noi. Una mappa che non mira ad ampliare informazioni sul mondo ma a costituire ossatura e metodo di esplorazione profonda dell’esistente.